BRASATO DI GUANCE DI VITELLO E… CALDAIA ROTTA!

Cosa volete mai che sia? -15° e caldaia rotta!

Anzi, letteralmente scoppiata a causa del freddo. Bello, no?! Sì, lo so, è tutta colpa mia che ho voluto assolutamente piazzare lo scalda-acqua sul balcone, per recuperare spazio nel living. Una vera furbata! A causa di temperature mozzafiato, il povero arnese è andato in mille pezzi, costringendo i pompieri a fare le acrobazie per raggiungere il nostro balcone al quinto piano e intervenire a bloccare la cascata d’acqua. Uno spettacolo che i cremonesi ricorderanno a lungo!

Così, siamo senza acqua calda e nessuna previsione da parte dell’idraulico di quando sarà disponibile il nuovo impianto.

Riscaldiamoci allora con questo straordinario brasato. L’ho preparato ieri sera in occasione di una cena con amici. Ho ricevuto ovazioni da premio Oscar, era davvero notevole. Poi è facilissimo da preparare, in pratica dovete lasciarlo solo soletto con i suoi ingredienti nella casseruola e lasciare che la cottura lenta lo trasformi nel piatto delle meraviglie. Va servito con le sue verdurine.

Ho scovato questa ricetta su un periodico di cucina e l’ho fatta subito mia. Giuro che non la cambierò per nessuna ragione al mondo. Provatela, poi capirete.

Buona settimana… GLACIALE!

Ricetta: BRASATO DI GUANCE DI VITELLO E VERDURINE

 

brasato, guanciale, guanciale di vitello

 

Occorrono (per 4 persone): 1,2 kg di guancia di vitello, 1 cipolla, 1 costa di sedano, 2 spicchi di aglio, 4 carote, un vasetto di cipolline, 5 scalogni, 1 foglia di alloro, 1 cucchiaino di timo secco, mezza bottiglia di vino rosso, 1 litro scarso di brodo vegetale, olio extravergine d’oliva, sale e pepe.

Procedo così: Trito nel mixer la cipolla con la costa di sedano e una carota. In una ampia casseruola, metto abbondante olio evo, quindi faccio dorare su tutti i lati la carne. Unisco il trito di verdure, gli spicchi di aglio spellati, l’alloro, il timo, sale e pepe (un trito abbondante). Lascio insaporire per una decina di minuti a fuoco dolce, quindi bagno con il vino e porto ad ebollizione. Verso il brodo bollente, poi metto il coperchio e lascio cuocere per 2 ore.

Trascorse le due ore aggiungo le carote rimaste, pulite e tagliate a tocchetti, le cipolline (scolate dal liquido) e gli scalogni tagliati a metà. Procedo la cottura per un’ora.

Al termine della cottura scolo le verdure, taglio a fette la carne (morbidissima e scioglievole…) e servo caldissima. Non durerà a lungo nei piatti!

Buona serata, CookingMama

DSCF0650.JPG

DSCF0654.JPG

BRASATO DI GUANCE DI VITELLO E… CALDAIA ROTTA!ultima modifica: 2012-02-06T21:05:00+00:00da luanselmo
Reposta per primo quest’articolo

3 pensieri su “BRASATO DI GUANCE DI VITELLO E… CALDAIA ROTTA!

Lascia un commento