LINGUINE ALLO SCOGLIO… CHE GODURIA!

Lascio nuovamente i fornelli a Donatella per questo primo piatto di pesce davvero gustoso.

Vi offrirò il dolce domenica. Passate di qui all’ora di pranzo e non ve ne pentirete. A domenica,

Cooking Mama

 

Ricetta: LINGUINE ALLO SCOGLIO

56a4c98cbb5f0daefd10b394bbac1b8f.jpg

 

Vorrei sfatare il detto che cucinare il pesce è difficile!! Al contrario credo sia molto facile, unica condizione indiscutibile è che sia freschissimo!

Il pesce non richiede cotture lunghe, vedrete che meno lo cuocete più è buono.Sentirete levarsi dal piatto il profumo del mare.

Il pesce fresco si riconosce dall’occhio lucido e limpido, dalla consistenza, più il pesce è rigido e più è fresco. Inoltre non si sente quel fastidioso odore sulle mani appena lo toccate.

Questa è una ricetta del mio papà…

Di solito quando la preparo per i miei amici riscuote apprezzamenti che si manifestano in vario modo: chi fa la scarpetta con il pane.. i più volenterosi mi chiedono la ricetta… i più pigri chiedono se ci sono degli avanzi da portare a casa.

Evitate di invitare una coppia di vostri amici, dove lei sa cucinare solo uova sode… potreste creare un incidente diplomatico… perchè il marito o fidanzato della vostra amica dopo aver assaggiato il vs

piatto potrebbe farvi una dichiarazione per la vita!!!

Linguine allo scoglio

(x 4 persone)

3.5 etti di linguine

4 langostine

2 etti di gamberi medi

2 fette di rana pescatrice

12 canocchie dette anche cicale di mare

1 bicchiere di vino bianco secco

15 olive snocciolate Gaeta

1 ciuffo di prezzemolo

1 spicchio di aglio, meglio se fresco

olio extra vergine

un pò di passata di pomodoro rigorosamente fresco

15 pomodorini di pachino

perperoncino

pepe e sale q.b

Se volete una variante più ricca, si possono aggiungere anche cozze e vongole. A quel punto diventa un piatto unico.

Lavare e pulire il pesce. Per quanto concerne i gamberi sgusciarli a crudo e togliere il budello (filetto nero sulla schiena), che risulta amaro, perfarlo potete usare una stuzzicadenti.

Soffriggere a fuoco basso in una padella larga, olio, aglio e peperoncino,quando sentirete il profuno togliere l’aglio. Immergere la rana pescatrice tagliata a cubetti, le canocchie ed i langostine e farli cuocere per circa 7/8 minuti, girandole delicatamente con una cucchiaia di legno a fuoco medio, aggiungere il bicchiere di vino bianco e fare evaporare. Se optate per la aggiunta di cozze e vongole, fatele aprire in un altro tegame, per evitare di avere della sabbia e unitele poi al sugo di pomodoro, con anche una parte della loro acqua filtrata, che darà maggiore gusto al piatto.

Aggiungere a questo punto la passata di pomodoro fresco e far cuocere per altri 7/8 minuti aggiungendo la metà del prezzemolo tritato e le olive. Togliere dalla padella il pesce e metterlo in un piatto a parte. Far rapprendere la passata di pomodoro senza semi, facendo evaporare tutta l’acqua, creando una salsa vellutata.

Aggiungere poi di nuovo il pesce già cotto e i gamberi crudi e i pomodorini pachino tagliati a metà e far cuocere per altri 7 minuti aggiustare di sale.

A questo punto cuocete le linguine al dente e poi unitele alla salsa di pesce, saltatele in padella per qualche minuto. Servite ciascuna porzione con parte del pesce ed una langostina a testa, una spruzzata di prezzemolo tritato fresco, una macinata di pepe ed un filo di olio extra vergine.

Visto che le canocchie sono difficili da mangiare, molti dopo la cottura le aprono ed uniscono alla salsa solo la polpa, è chiaro che intere fanno maggiore figura. Le langostine devono essere presentate rigorosamente intere. In ogni caso dotate gli ospiti di bavaglio.. e di schiaccianoci per le chele.

Buon Appetito!!

LINGUINE ALLO SCOGLIO… CHE GODURIA!ultima modifica: 2008-07-18T16:05:02+02:00da luanselmo
Reposta per primo quest’articolo

5 pensieri su “LINGUINE ALLO SCOGLIO… CHE GODURIA!

  1. Ottimi suggerimenti per una ricetta allo scoglio gustosa. Grazie. Abbiamo piacere di conoscere la vostra opinione sulla realizzazione della stessa ricetta con i preparati surgelati proposti nel nostro sito, per sapere se, soprattutto per questioni di tempo, li considerate in generale una valida alternativa

Lascia un commento