POLENTA E… PREMI!

Torno a parlarvi di polenta!

Dopo l’indigestione di piatti a base di zucca, ora vi invito a scoprire con me l’universo morbido e caldo della polentona del nord. Presupposto per una mangiata clamorosa di polenta è l’autunno padano, freddo e nebbioso. Ultimamente, non solo di nebbia non se ne vede più (e magari questo può far piacere), ma anche il freddo è diventato un ricordo, archiviato insieme alle belle e massicce nevicate, che fino a dieci anni fa ricoprivano morbidamente la nostra bella Cremona, nel periodo invernale. Lo sapete che amo il freddo e questa temperatura così “indecisa” proprio non mi va giù. Spero, quindi, che dalla prossima settimana, il termometro abbia terminato il sali-scendi nervoso di queste ultime settimane e che finalmente si possa riabilitare il cappotto.

Quando fa freddo ci vuole la polenta. Grande, grandissima, granulosa, fumante, gialla da abbagliare i commensali… Che meraviglia! Oggi vi propongo un piattino simpatico e veloce che saprà valorizzare il gusto pieno della polenta tradizionale (quella non condita, per intenderci). Vedrete che vi piacerà. Se poi vi avanza un po’ di polenta… bè, non vi voglio rovinare la sorpresa: leggetevi il post fino in fondo e non ve ne pentirete.

Ricetta: CAVOLO CAPPUCCIO A “MODO MIO”

DSC_0093.JPG

Prendo un bel cavolo cappuccio grande. Lo taglio in modo sottile e lo lavo bene. In una casseruola metto olio extravergine, 1 spicchio di aglio tagliato a metà, aggiungo il cavolo tagliato a listarelle ed una bella spruzzata di aceto balsamico e vino bianco secco. Completo con granulare vegetale ed un pizzicone di semi di finocchio. A questo punto porto a cottura. Vi stupirete del profumo suadente e del sapore impareggiabile conferito dai semi di finocchio. Provate e fatemi sapere se anche voi ne siete rimasti sedotti…

Gli avanzi di polenta potete trasformarli in ottimi GNOCCHI DI POLENTA, tagliando a pezzetti “tipo maltagliati” gli avanzi ed unendo sugo, burro e salvia oppure sugo, pomodori e funghi. Termino con abbondante formaggio… Una bontà!

Passo ai premi e ringrazio subito le carissime Tittina, Sara, Soleluna e Claudia che mi hanno assegnato il “Premio Dardos” premio_dardos[3].jpg. A mia volta assegno questo premio a tutti i miei lettori ringraziandoli per l’affetto: siete tutti meritevoli!

Baci e buon weekend, CookingMama

 

POLENTA E… PREMI!ultima modifica: 2008-11-07T17:39:04+01:00da luanselmo
Reposta per primo quest’articolo

9 pensieri su “POLENTA E… PREMI!

  1. Ciao Launa, pensa che ti stavo dando anch’io il premio Dardos, ma sono stata preceduta di un soffio da Tittina..
    .
    Che bella ricetta, sono un’amante anch’io del freddo, dell’intimità della nebbia quando ti avvolge nelle serate d’autunno…
    bacio

  2. Ciao Launa, pensa che ti stavo dando anch’io il premio Dardos, ma sono stata preceduta di un soffio da Tittina..
    .
    Che bella ricetta, sono un’amante anch’io del freddo, dell’intimità della nebbia quando ti avvolge nelle serate d’autunno…
    Peccato che diventino sempre più rare.
    Buona fine settimana.

Lascia un commento