LA TORTA FRITTA DELLA VIOLA.

IL PRIMO POST DELL’ANNO E’ UN INNO ALL’AMICIZIA.

Voglio iniziare in questo modo il 2009, con un post ricco, gustoso, irrinunciabile, appagante, proprio come l’amicizia. Tra queste righe non troverete solo una ricetta con foto invitanti, ma anche la sincera celebrazione di un’amicizia nata per caso anni fa sui verdi pendii delle montagne trentine ed oggi forte più che mai. Forse ho già accennato ai mitici Viola&Pino. Probabilmente in un post estivo, raccontando di simpatici episodi occorsi in vacanza in loro compagnia, complici le mangiate pinzolesi ed i pomeriggi trascorsi in pineta. Viola&Pino sono due stupendi nonni emiliani. Avete presente i nonni ideali? Pazienti, ma decisi, pacati, ma dinamici (come potrebbero, altrimenti, star dietro a quel fulmine di Martina, la nipote?), disponibili e piacevoli. In loro compagnia il tempo trascorre serenamente tra risate e belle conversazioni. Fortunatamente la vicinanza geografica ci permette di continuare a vederci anche “fuori stagione”: sarebbe un peccato limitare le frequentazioni al solo periodo estivo! Il mondo di Viola&Pino è variegato. Ho accennato a Martina, la nipote più piccola, nonché amica di mia figlia Rebecca. Martina è una saetta, un vulcano in eruzione continua, imprevedibile ed incontenibile. La sua risata è contagiosa così come le marachelle che combina trascinandosi dietro tutta la compagnia di ragazzini (Rebe compresa). Martina ha un fratello speciale, Michele. Semplice e sensibile, il mio “Mic” si fa volere bene da tutti. Mic è superimpegnato: lavora in una cooperativa, recita in un gruppo di teatro ed occupa i suoi weekend tra mercatini e sagre con il banchetto della cooperativa. Presto dedicherò una vetrina ai lavori di questi straordinari ragazzi, credetemi, meritano davvero. In tutto ciò, Mic è coadiuvato dalla mamma Marzia. A volte mi chiedo come Marzia riesca a fare tutto quanto. E’ un mito, oltre che essere una donna di rara intelligenza e simpatia. Bè, non me ne voglia Gianni, il papà, che cito per ultimo. La citazione arriva in fondo, non per demeriti, anzi! Provate ad immaginarveli Gianni e mio marito Giò che discutono animatamente davanti al vassoione di salumi e torta fritta… uno spettacolo divertentissimo, davvero.

Ed eccoli qua, i momenti clou della serata trascorsa prima di Natale in loro compagnia. Una serata a base di cappelletti in brodo, torta fritta, salumi, sottaceti fatti in casa, ottimo vino e… tanta, ma veramente tanta amicizia.

W LA VIOLA&PINO!

Ricetta: TORTA FRITTA DELLA VIOLA

Occorrono: 1 KG di farina bianca, 2hg e mezzo di stracchino tenero, sale, 2 cucchiai di zucchero, 1 bottiglietta piccola di acqua minerale naturale. Strutto per la frittura.

Procedo: Con gli ingredienti indicati si procede impastando fino ad ottenere un panetto liscio ed elastico. Si tagliano delle porzioni di pasta e si stendono con la macchina. La pasta non deve risultare troppo sottile. Si ritagliano dei rombi di ca 10×10 cm. In una profonda padella si mette lo strutto a scaldare. Quando è bollente si immergono i rombi di pasta. Girateli quando la pasta si gonfia.

Accompagnate con salumi e vino rosso. Qui sotto, alcune fasi della preparazione, dalle “vive mani” di Viola&Marzia.

DSC_1037.JPG
Il panetto di impasto viene tagliato.
DSC_1038.JPG
Prima di passare dalla macchina va lavorato con le mani.
DSC_1039.JPG
Si procede stendendo la pasta.

DSC_1018.JPG
Ecco i quadrati/rombi in attesa del tuffo nello strutto.
DSC_1021.JPG
Strutto abbondante e bollentissimo!
DSC_1032.JPG
Ecco i primi segnali. La pasta comincia a gonfiarsi.
DSC_1034.JPG
Gonfia, colorata e sfrigolante! Un successone!
DSC_1035.JPG
Lo so che mai vi era capitato uno spettacolo del genere…
DSC_1042.JPG
Ottimi salumi, vino rosso e tanta amicizia: ingredienti indispensabili!
DSC_1045.JPG
Il mitico Pino e “SuperMic” (la Viola è sullo sfondo, tagliata a metà…)
Che bellezza! Una bontà da sognare ogni notte… Buon Anno!
CookingMama

LA TORTA FRITTA DELLA VIOLA.ultima modifica: 2009-01-02T18:44:14+01:00da luanselmo
Reposta per primo quest’articolo

15 pensieri su “LA TORTA FRITTA DELLA VIOLA.

  1. Buooonaaaa!!!! Ha l’aspetto proprio godurioso e che bella compagnia! Appena mi disintossico un pò, mi piacerebbe provarla!!! E poi mi sembra un perfetto accompagnamento a vino e salumi!
    Splendido!!!
    Ti faccio tantissimi auguri per un felice Anno Nuovo!
    Un bacione
    Ago 😀

Lascia un commento