MARUBINI CREMONESI AI TRE BRODI

Fa ancora freddo, vero?

Però è tornato il sole, accompagnato da un’aria frizzante ed un cielo blu da cartolina. Mannaggia, quanto si è fatto sospirare… Una vera prima donna! Oggi vorrei farmi una bella passeggiata, giusto per riprendermi definitivamente prima del rientro di domani. Ho deciso che domani staccherò dal lavoro un po’ prima, rientrando a Cremona per le 18:30. Sarò di parola? Mah, vedremo…

Nel frattempo, vi lascio un bel primo tradizionale, perfetto per il pranzo della domenica. E’ un piatto che sa di celebrazione, di convivialità, di momenti belli. Difficilmente il piatto di marubini in brodo si presta ad una mangiata da single. I marubini ai tre brodi esigono una sentita partecipazione, quindi, se proprio non volete rinunciare ad un bel piatto fumante, allora aprite la vostra tavola. Invitate parenti, amici, vicini di casa, insomma, il marubino è una festa e come tale va adeguatamente omaggiato.

I marubini che vi preparo oggi arrivano direttamente dai ricettari di famiglia. Sono il massimo della bontà. Il loro sapore è avvolgente e richiama all’ordine tutti i sensi. Gustandoli, vi accorgerete di vivere un’esperienza inaspettata e gratificante. Per prepararli, mettete in conto un po’ di lavoro. Solamente il brodo richiede una mattina intera di cottura, ma il gusto… quel gusto vi rimarrà impresso nelle papille per sempre!

Ricetta: MARUBINI CREMONESI AI TRE BRODI

DSC_1178.JPG

Preparo il ripieno: prendo un pezzo di polpa magra e preparo un brasato, disponendo la carne in un tegame con olio, burro ed un rametto di salvia. Non metto vino o soffritti. Faccio rosolare lentamente, aggiungendo a poco a poco un brodo ristretto. Continuo ad aggiungere brodo fino a cottura ultimata. Lascio raffreddare la carne, poi la macino, aggiungo 6hg di salsiccia, 1hg di grana padano e 2 uova. Impasto bene e lascio riposare in un recipiente coperto.

Preparo la sfoglia: impasto 8hg di farina bianca con 7 uova grandi. Stendo la pasta più volte, fino ad ottenere una sfoglia sottile. Dispongo sulla sfoglia tirata alcune noci di ripieno di carne avendo cura di lasciare spazio tra una noce e l’altra. Stendo sopra un ulteriore strato di sfoglia e lascio uscire l’aria che si è formata. A questo punto, procedo tagliando i marubini. Mi raccomando, i marubini cremonesi sono di forma tondeggiante! Qui sotto, potete vedere il tagliapasta che utilizziamo in famiglia: ha quasi cento anni…

DSC_1181.JPG

Preparo il brodo (i tre brodi): in una capiente pentola metto 1/4 di carne di gallina, 1 osso buco di vitello ed un ulteriore pezzo di carne da brodo. Faccio un mazzettino con salvia, rosmarino, alloro, 1 carota, 1 costa di sedano, 1 porro, prezzemolo e basilico. Aggiungo inoltre uno spicchio d’aglio al quale avrò inserito un paio di chiodi di garofano. Porto a cottura la carne, avendo cura di schiumare il brodo.

… ora sì, che è domenica! CookingMama

MARUBINI CREMONESI AI TRE BRODIultima modifica: 2009-02-15T09:19:00+01:00da luanselmo
Reposta per primo quest’articolo

12 pensieri su “MARUBINI CREMONESI AI TRE BRODI

  1. Ciao Lu!!!
    E’ sì….fa ancora freddino!!!
    Oggi approfittando del sole sono andata a fare una passeggiata alle colonie padane ma c’era un aria fredda fredda!!!
    Almeno il cielo era bello azzurro 😀 !!!
    Un bacione e buon inizio settimana
    Ery

  2. Ti ringrazio per la visita ed il commento. Sei un po lontana però tutto si può fare. Sono delle serate a tema che io definisco anti crisi,mi piace l’idea di dare un buon servizio ad un costo accessibile la gente rimane soddisfatta e ritorna volentieri penso sia la cosa fondamentale,poter andare in un bel locale mangiarvi bene “Spero” e non spendere troppo..A presto e grazie ancora Ciao Denis

Lascia un commento