“SALAME” DI PIEDINO DI MAIALE.

Maiale, maiale, maiale…

Il mio sogno nel cassetto è di aprire un piccolo ristorante in Canada. Pochi coperti, ma sapori genuini, italianissimi. Anzi, cremonesissimi. E metterei il maiale ovunque, disseminato qua e là nel menu. L’insegna del mio locale sarà  “LA PORCHERIA” e con questo, non lascio spazio alla vostra immaginazione.

Nonostante abbia modificato la dieta nel corso degli anni (non per necessità, fortunatamente) spingendo la mia cucina verso orizzonti più “verdi”, il maiale rimane un punto fermo nei menu invernali. Diciamo che la cremonesità di cui vado fiera, si esprime ottimamente nei piatti a base di carne di maiale che ogni tanto concedo a me stessa ed ai miei ospiti. La scorsa settimana, però, ho voluto superarmi. Grazie ad un’invitante ricetta pubblicata su “La Cucina Italiana”, mi sono cimentata nella preparazione del salame a base di piedini di maiale.

Il risultato? Un piatto libidinoso che ho consumato lentamente ad occhi chiusi. Non so perché, ma il maiale mi mette un’agitazione che…  …  ..

DSC_1364.JPG

Ricetta: “SALAME” DI PIEDINO DI MAIALE

Occorrono: 2 piedini di maiale tagliati a metà per il lungo, 2 fette molto spesse di pancetta affumicata, 3 carote, 2 gambi di sedano, una cipolla, 2 foglie di alloro, 1 spicchio di aglio, 1 mazzetto di aromi (salvia, rosmarino).

Procedo: in una pentola capiente preparo un brodo vegetale unendo tutta la verdura tagliata a tocchi ed aggiungendo un mazzetto di aromi. Passo sulla fiamma i piedini per eliminare i peli rimasti, poi li aggiungo nella pentola e faccio sobbollire per 3 ore, schiumando quando necessario. A fine cottura scolo la carne e la lascio intiepidire.

Disosso accuratamente i piedini (ho rischiato di disossarmi un dito…) e libero la pancetta dalla cotenna, quindi trito piedini e pancetta fino ad ottenere un battuto grossolano, ma omogeneo. In una padella, faccio soffriggere una cipolla, lasciandola appassire in olio extravergine ed un filo d’acqua. Quando sarà morbida, unisco il trito di cipolla al battuto di carne. Condisco con sale e pepe (assaggiate e… godete!).

A questo punto distribuisco il composto sopra un foglio di carta da forno. Avvolgo, dando la forma cilindrica del salame, fissando le due estremità con uno spago. Metto in frigo e lascio riposare, anche un giorno intero. Prima di servire, taglio a fette una cipolla, la faccio appassire in un tegame con olio ed un mestolo d’acqua. Unisco due cucchiai abbondanti di zucchero e faccio caramellare.

Taglio a fette il salame, dispongo in una pirofila e metto a scaldare sotto il grill. Si servono calde accompagnate dalle cipolle caramellate.

Seguite qui sotto la sequenza. La lavorazione è lunga, ma poi… è come discendere agli Inferi!

CookingMama (diabolika)

DSC_1338.JPG
DSC_1339.JPG
DSC_1342.JPG
DSC_1351.JPG
DSC_1354.JPG
DSC_1356.JPG
DSC_1357.JPG
DSC_1362.JPG
DSC_1360.JPG

“SALAME” DI PIEDINO DI MAIALE.ultima modifica: 2009-03-01T17:54:00+01:00da luanselmo
Reposta per primo quest’articolo

19 pensieri su ““SALAME” DI PIEDINO DI MAIALE.

  1. Luana, ci hai fatto ridere, LA PORCHERIA suona divinamente, ma perchè non L’AFRODISIACA PORCHERIA?
    Anche a noi questo piatto ha messo agitazione, Luca ha chiuso gli occhi ed ha detto “Che bontà!”, dovrei cucinare anch’io un piattino del genere!
    Un baciotto da Sabrina&Luca

  2. Un ristorante che chiameresi “La porcheria?” ahahahahaahaha non te dico m’è venuto in mente de tutto! aahahahahahaa.. cmq anche se lo mangio poco io sono un’appassionata di maiale, tu damme salsicce, cotechino, prosciutto, bistecche ed io me te magno pure a te!!!!!
    Stupenda sta ricetta, vero lungo procedimento, ma che risultato!!!!!!!!! bacioni
    ps: ieri sera 3-3 .-) contente entrambe almeno…

  3. mmmmmhh.. accidenti.. mi hai fatto venire l’acquolina in bocca…
    Devo assolutissimamente provarla.. una domenica che ho del tempo libero( e qui gia’ viene il difficile).. ma ora che ti ho conosciuta credo che verro’ spesso a rubare le tue ricettine..
    Grazie davvero..
    a dimenticavo piacere Annarita da Livorno

Lascia un commento