CALDO, CALDO, ANCORA TROPPO CALDO…

Cosa state facendo di bello in questo caldissimo pomeriggio di inizio Settembre?

O meglio, cosa ci sto facendo io davanti al computer in questo caldissimo pomeriggio di inizio Settembre…

Mannaggia, ragazzi, che caldo fa ancora… Il sole di oggi meritava una full immersion, giusto un paio di ore per ravvivare l’abbronzatura che comincia a sbiadire. Brutto segno… Vuol dire che gli ottimi propositi di fine vacanza (ovvero “mi dedicherò ogni giorno un po’ di tempo; non mi lascerò macellare dagli impegni lavorativi; trascorrerò tempo all’aria aperta e andrò a correre sugli argini; farò la brava ….) sono andati a farsi benedire. Oggi ho dedicato la giornata alle pulizie domestiche. O meglio, al tentativo di ripristinare un po’ di decoro in casa. Sono discretamente soddisfatta, ancora manca all’appello una stirata, una lucidatina di parquet, poi stop.

Almeno per il momento. Nell’ordine, prima o poi, dovrò affrontare: 1. Ripristino delle funzionalità del ripostiglio (sembra uscito dal set di un film “catastrofico”); 2. Pulizia del frigo e delle dispense (qui, lascio un “no comment”); 3. Pulizia e riordino degli armadi (non c’è limite al peggio). Può bastare?

Vi chiederete come mai non ho inserito una voce del tipo: “Sgombero” dei locali “occupati” da Rebecca… In realtà ci sono progetti in tal senso, ma per attuarli è necessario fare i conti con “l’abusiva”. Avete presente quando chiedete a vostro figlio “Buttiamo via un po’ di roba?” oppure “Scegli qualche pupazzo da portare in parrocchia”? Ecco, a quel punto ci si blocca. Oppure ci si mette a discutere. “Quel pupazzo no, me l’ha regalato la nonna”. “Quell’altro l’ho trovato in montagna e mi porta fortuna.” “No, quello lì no, perché se lo butto la Veronica si offende.”

Ogni scusa è buona per non rinunciare a nulla. Il peggio arriva quando cerco di mettere mano alla pila malferma di giornali e giornalini posizionata vicino al letto. “Le Witch non le butto. E neanche Dylan Dog.” “Quello è ELLE di settembre, mica vorrai buttarlo…” “Non vedi che è FOCUS JUNIOR? A me piace. No, non lo butto”…

Dopo 3 inutili ore di discussioni, stressata ed arrabbiata come non mai, riesco a riempire un sacchettino di frammenti di carta (Rebecca tiene anche quelli…) e di pupazzetti malconci del McDonald’s. Una sconfitta annunciata.

Dopo anni di tribolazioni, ho capito che l’unica ricetta utile per riordinare la sua camera è attendere che esca di casa, poi procedere con le grandi manovre. Quando rientrerà sarà troppo tardi per tornare indietro!

A proposito di ricette… Oggi non ho proprio voglia di cucinare, troppo caldo! Vi lascio quindi qualche fresca immagine del mio amato Gruppo di Brenta, in Trentino. Il tempo stabile di questa estate mi ha finalmente permesso di tornare tra le sue vette. Ho camminato, scalato, gioito come non mai. Sono ritornata sui miei passi, su quelle vie che hanno accompagnato le mie scarpinate di gioventù. Che gioia accorgermi che tutto è rimasto immutato e che anch’io, tutto sommato, ancora riesco a permettermi “certi sforzi”…

W LA MONTAGNA, W LE NOSTRE GRANDI PASSIONI!

A presto con le ricette (ci sono, ci sono, sono buone, ma voglio farvi attendere ancora… hi, hi, hi!)

Oooops, ringrazio gli adorabilissimi Sabrina&Luca per il premio che mi hanno assegnato. L’amicizia tra bloggers è straordinaria! Baci a tutti

CookingMama

DSC_1262.JPG

 

DSC_1254.JPG
DSC_1239.JPG

CALDO, CALDO, ANCORA TROPPO CALDO…ultima modifica: 2009-09-05T17:36:55+02:00da luanselmo
Reposta per primo quest’articolo

2 pensieri su “CALDO, CALDO, ANCORA TROPPO CALDO…

Lascia un commento