CREMONESITA’ ALLA RISCOSSA!! PIEDINI DI MAIALE E LINGUA DI VITELLO

W Cremona e le sue bontà!

Se state cercando una meta per il vostro weekend, fate un salto dalle nostre parti. A partire da venerdì avrà luogo la tradizionale “Festa del Torrone”, succulenta celebrazione del nostro dolce famoso in tutto il mondo. Ma il vostro palato potrà anche godere dei piatti ricchi della cucina locale, grazie ai menu messi a punto dai ristoratori di Cremona e provincia. Lo spettacolo non mancherà con la rievocazione storica del matrimonio di Bianca Maria Visconti e Francesco Sforza, evento durante il quale fu servito per la prima volta il torrone tradizionale.

Torrone al posto dei confetti… mmmhhh, mi piace! Potremmo lanciare un nuovo trend e far concorrenza a Sulmona!

Direi che il post di oggi va dedicato tutto alle tradizioni autunnali della nostra cucina. Lo farò condividendo un paio di piattini che ho preparato lo scorso fine settimana. Ci vuole un po’ di tempo, ma ne vale davvero la pena. Mettete in cantiere 4/5 ore di lavoro per la preparazione; di solito io comincio al sabato pomeriggio e per sera è tutto pronto. La domenica poi, basta una breve passata sotto il grill del forno ed il pranzo è servito!

Vi aspetto alla Festa del Torrone, baci, CookingMama

RICETTE: LINGUA DI VITELLO LESSATA E SALAME DI PIEDINI DI MAIALE

 

DSC_1401.JPG

DSC_1403.JPG

Così procedo per la lingua di vitello: lavo una lingua di vitello da 1kg sotto acqua corrente, la immergo in una pentola in acqua fredda con un ciuffo di salvia, 4-5 rametti di rosmarino, 5 spicchi di aglio con la buccia ed un bicchiere di vino bianco secco. Metto sul fuoco e porto a bollore, quindi faccio lessare per un’ora. Lascio intiepidire nel brodo, poi scolo e spello la lingua. Affetto la lingua a fettine spesse ca 1 cm, eliminando la parte grassa vicino all’attaccatura.

Prima di consumarle preparo un pesto con basilico, pecorino, pinoli, sale e olio extravergine. Frullo bene e metto il pesto sulle fettine che disporrò in una pirofila. Taglio a metà qualche pomodorino ciliegia e metto al centro: l’effetto cromatico è davvero sorprendente!

 

Così procedo per il salame di piedino di maiale: in una casseruola metto un piedino di maiale tagliato a metà nel senso della lunghezza (prima lo passo sulla fiamma per eliminare i residui), una fetta di pancetta affumicata da 150gr, 2 carote, 1 gambo di sedano ed una cipolla. Tutta la verdura va tagliata a tocchetti. Aggiungo due foglie di alloro e faccio sobbollire per 3 ore. A fine cottura scolo la carne e lascio intiepidire.

Disosso i piedini con attenzione. Trito insieme piedini e pancetta ed ottengo un battuto grossolano. A parte faccio rosolare un trito di cipolla con un cucchiaio di acqua. Quando la cipolla sarà morbida la unirò al battuto di carne. Aggiungo sale e pepe (assaggiate).

Su un foglio di carta da cucina, dispongo il battuto, poi avvolgo fino ad ottenere la forma di un salame. Chiudo le due estremità con uno spago e metto in frigo a riposare per almeno 4 ore (o una notte intera). Al momento di servire, taglio a fette il salame e le scaldo sotto il grill del forno.

Servo e… godo! (qualche immagine qui sotto)

DSC_1389.JPG
DSC_1395.JPG
DSC_1396.JPG

DSC_1391.JPG
DSC_1393.JPG

CREMONESITA’ ALLA RISCOSSA!! PIEDINI DI MAIALE E LINGUA DI VITELLOultima modifica: 2009-11-19T22:10:00+01:00da luanselmo
Reposta per primo quest’articolo

4 pensieri su “CREMONESITA’ ALLA RISCOSSA!! PIEDINI DI MAIALE E LINGUA DI VITELLO

Lascia un commento